Social Media Trends 2021: le 5 grandi tendenze del futuro social e digitale

Ecco le nuove tendenze, o macro trends, che caratterizzeranno i Social nel 2021. La nostra Agenzia Web ti aiuta a implementare la tua strategia social, aumentare la visibilità, migliorare il posizionamento e quindi aumentare contatti, clienti e vendite. Chiama ora !

ContattaciRichiedi un preventivo

I nuovi trend nel social media marketing

Nel 2021 i marketer più saggi continueranno a spingere sulla customer acquisition, ma contemporaneamente lavoreranno anche per offrire esperienze innovative che si integrino con i comportamenti d’acquisto. Anche in conseguenza della pandemia che ha consentito ai baby boomers di riscoprire i social, sono stati individuati 5 trends per il 2021

Ve li elenchiamo qui sotto, se avete bisogno di una consulenza contattateci qui:

1 – I Social Media come catalizzatori per la customer experience

    Il 73% dei marketer ha dichiarato che l’acquisizione dei clienti sarà il risultato primario da raggiungere attraverso i social media – un dato che l’anno scorso era solo al 46%. La brand awareness prende il secondo posto sul podio, seguita dalla conversion dei lead già acquisiti.
    Del resto, la pandemia globale in corso e il taglio dei budget ha messo un peso non indifferente sulle spalle di chi si occupa di canali digitali.

    La pandemia ha fatto scivolare in basso nelle priorità il fattore customer experience. E solo il 23 % degli intervistati considera il miglioramento di quest’area un risultato auspicabile per il prossimo anno. Tuttavia, ricordiamo che le transazioni da sole non creano brand memorabili o una crescita a lungo termine. E stare seduti ad aspettare che le cose tornino alla “normalità” invece di costruire per il futuro metterà le aziende in un grave svantaggio competitivo.

    I marketer più saggi continueranno a spingere sulla customer acquisition, ma contemporaneamente lavoreranno anche per offrire esperienze innovative che si integrino con i comportamenti d’acquisto e le esigenze dei clienti, immutate e fondamentali.

    2 – Un nuovo approccio alle conversazioni

    Nel 2021 i brand più intelligenti dovranno capire come inserirsi nella vita delle persone sui social media. E dovranno trovare modi creativi per partecipare alle conversazioni invece di cercare di condurle, creando contenuti che sfondino il muro dell’indifferenza.

    Come? In primo luogo ascoltando, prima di “parlare” – integrando altre fonti a quelle social, a seconda del differente comportamento della buyer persona. In secondo luogo, prendendo in considerazione le metriche corrette rispetto agli obiettivi di engagement e conversione.

    Difatti, il motivo principale per cui usiamo i social media è quello di connetterci con gli altri. Negli ultimi anni siamo stati tutti ossessionati dall’idea di costruire delle relazioni one-to-one con gli utenti, ma come sottolinea Jerry Daykin, EMEA director di GSK Media, “la realtà è che la maggior parte delle persone non vuole avere rapporti personali con tante aziende”.

      3 – La rivincita dei baby boomer

      Complice la pandemia, i baby boomer hanno iniziato a frequentare di più i social network, giocare online, effettuare pagamenti virtuali che prima evitava. Si sono sviluppate nuove forme di alfabetizzazione digitale che si stanno trasformando in nuove abitudini destinate a restare.

      Inoltre, sebbene la crisi economica abbia diminuito anche la capacità di spesa dei baby boomer, nel complesso hanno mostrato una minore fragilità finanziaria rispetto alle generazioni più giovani. Nel 2021, le aziende non potranno più ignorare né trascurare le generazioni più anziane sui social media.

      Segmentando le audience in modo intelligente, i marketer più saggi includeranno questa audience nelle loro strategie digitali capitalizzando questo crescente entusiasmo tecnologico. E superando gli stereotipi che vogliono i Baby Boomer fuori da Facebook, Instagram e YouTube.

      Social media trends tendenze future agenzia social marketing web facebook instagram linkedin tik tok marche

      4 – Conoscere la propria community per valutare il ROI

      È semplice per le aziende pensare di poter raggiungere facilmente potenziali clienti attraverso i social.  Eppure, in un’indagine di Hootsuite per il Social Transformation Report, il 54% ha dichiarato di non essere sicuro che i propri follower siano particolarmente qualificati.

      Perché? E’ molto Semplice: non si sa con chi si interagisce, non si conosce la propria fanbase

      Per cambiare questa situazione, l’unica via efficace è l’integrazione dei dati. La ricerca ha scoperto che solo il 10% dei marketer ritiene ha avviato processi di integrazione dei dati social nei sistemi aziendali (Adobe, Marketo, Salesforce …). Senza  è spesso difficile ricostruire comportamenti di acquisto o di conversione, né quantificare il ROI dei social media. Ovvero, i vostri clienti sono sui social, e potete effettivamente usare i social media per creare relazioni più solide con loro. Dovete solo migliorare nel costruire un sistema integrato, e il 2021 insieme ad una valida Agenzia Social è l’occasione perfetta per farlo accadere.

      5 – Il 2021 è l’anno del Purpose, del Brand Positioning

      Tra le ricadute economiche ed emotive del COVID-19, la proteste contro il razzismo ed i cambiamenti climatici , le aziende sono state invitate a schierarsi. Sono state spinte a prendere posizione su questioni che non avevano mai affrontato o a cui stavano iniziando ad approcciarsi.

      Si tratta di un trend in forte crescita: il brand positioning deve cambiare, per adattarsi alla mentalità e alle aspettative del target più giovani. Tra i Millennials e la Generazione Z, il 60% degli intervistati ha dichiarato di avere intenzione di acquistare prodotti e servizi da grandi aziende che si sono prese cura della loro forza lavoro e hanno influenzato positivamente la società durante la pandemia.

      Solo le aziende Purpose-driven saranno dalla parte giusta della storia negli anni a venire, ma nella strategia bisogna tener conto di un fatto importante: non è qualcosa che si può falsificare o semplicemente imitare. La comunicazione sui social media, da sola, non può compensare la mancanza di un vero scopo di marca profondamente radicato in un’organizzazione. Ed è in questo errore che molti sono caduti nel 2020. Il desiderio (comprensibile) di rispondere alle pressioni dell’opinione pubblica e di contribuire positivamente a queste conversazioni ha finito per generare azioni impulsive, molte delle quali sono risultate ipocrite o poco attendibili agli occhi della fanbase.

      Se quest’anno ha messo alla prova i brand sulla loro capacità di reagire, il 2021 è l’anno in cui dovranno dimostrare di avere a cuore la società e l’impatto che possono portare. Attenzione però, questa direzione deve partire anzitutto dai vertici, e poi arrivare a tutti i collaboratori

       

       

      I servizi digitali e web che offriamo

      N

      LEAD GENERATION, SEO E INDICIZZAZIONE

      N

      WEB MARKETING

      N

      OTTIMIZZAZIONE SITI ECOMMERCE

      N

      WEB App applicazioni mobile

      N

      PREVENTIVO PER CREARE UN ECOMMERCE

      N

      SITI ecommerce per PICCOLE E MEDIE IMPRESE

      N

      PORTALI ECOMMERCE RESPONSIVE E DINAMICI

      N

      SEM, ADS E PROMOZIONE ONLINE

      N

      MAGENTO, WORDPRESS E PRESTASHOP

      Chiedi un’offerta

      LE ALTRE INFORMAZIONI SUI SOCIAL MEDIA TRENDS

      ECCO ALTRI SOCIAL MEDIA TRENDS DA TENERE IN CONSIDERAZIONE

      1. Il pubblico sarà più socialmente consapevole.

        Le nuove generazioni sono molto più attente e socialmente consapevoli. Questo ha un grande impatto nella società, nella politica e nei brand. Quest’ultimi infatti dovranno impegnarsi di più in tematiche quali tutela dell’ambiente, inclusività, sostenibilità per rispondere alle aspettative dei loro potenziali clienti.

      2. Si affronterà di più la disinformazione digitale.

        Nel 2020 il tema della disinformazione (fake news) che spesso dilaga sui social è balzato in primo piano a causa della crisi innescata dal Coronavirus. L’incertezza e la paura hanno generato una larga diffusione di fake news. Purtroppo le notizie false hanno spesso delle ripercussioni importanti nella società. Ecco perché nel 2021 aziende e canali di informazione sui social dovranno impegnarsi in prima linea a supportare la verità e impedire il propagarsi delle fake news, come stanno già facendo facebook e twitter

      3. I giganti dei social media si adatteranno alla nuova normalità.

        Facebook, Instagram, Youtube e Twitter sono destinati a dominare ancora la scena, vista la loro dimensione e importanza. Proprio per questo è probabile che si adatteranno più velocemente ai cambiamenti in atto, introducendo modifiche e nuove funzionalità per mantenere la loro leadership

      4. Il marketing vecchia scuola sarà un nuovo trend.

        Ci sono trend che non passano mai di moda, o che ritornano ogni tanto a riaffiorare. Gli esperti sono convinti che alcune tendenze del marketing old-school torneranno in voga, anche applicati a nuove idee. Ad esempio, trasmettere, all’interno di un podcast, un messaggio pubblicitario vecchio stile risulta molto efficace, grazie all’alto coinvolgimento delle persone su questo particolare media e al nuovo ruolo dei baby boomers

      5. Si assottiglierà la linea che separa social media e gaming.

        Durante il lockdown, i videogiochi (gaming) sono stata un passatempo per molte persone. Sono così aumentati gli iscritti a forum e gruppi inerenti ai giochi online. Il pubblico dei videogiocatori può essere un importante asset per i brand, che possono ispirarsi proprio ai videogiochi per adottare forme più innovative di interazione e di coinvolgimento sociale, come realtà virtuale o aumentata, ma anche considerare di fare advertising nelle piattaforme dedicate al gaming.

      6. Il marketing conversazionale guiderà gli acquisti.

        I brand devono essere ormai consapevoli che non basta lanciare un messaggio perché le persone lo recepiscano. Bisogna invece creare connessione con i propri follower sui social, stimolando conversazioni e sviluppando vere e proprie relazioni, magari con una valida Agenzia Social. Altrimenti i messaggi rimarranno inascoltati nel mare magnum dei social media

      7. Il potere del “nostalgia marketing”.

        Un altro dei social media trends 2021 è il “nostalgia marketing” fa leva sui “bei tempi prima del virus”. Fare leva su tematiche nostalgiche permette ai brand di coinvolgere emotivamente gli utenti con un sentimento positivo, proprio perché molte persone, per evadere mentalmente e rivivere momenti sereni, vanno alla ricerca di qualcosa che li riporti ad un’epoca più serena e leggera.

      8. I meme avranno sempre più rilevanza.

        I meme sono sempre più utilizzati in quanto metodo di comunicazione immediato e divertente, a volte dissacrante e ironico, potenzialmente virale. Quindi occorre buon senso e attenzione per utilizzarli. Ma non solo, bisogna anche saper reagire nel modo corretto se il proprio brand viene coinvolto in un meme.

      9. Le 4 C del Coronavirus Content.

        Il 78% dei consumatori vuole trovare brand che migliorino la vita nel quotidiano. Di conseguenza, i brand dovranno adeguare la propria comunicazione al nuovo clima generatosi con la pandemia. Qui entra in gioco il cosiddetto “Coronavirus Content” che si focalizza nelle quattro C che caratterizzeranno il tono delle conversazioni sui social nel 2021: 

        Community (comunità), 
        Contactless (assenza di contatto), 
        Cleanliness (igiene), 
        Compassion (comprensione).

         

      10. Il remix è il nuovo contenuto generato dagli utenti.

        Già da tempo molte aziende sfruttano sui propri canali lo user generated content. Nel prossimo futuro avrà un ruolo sempre più importante, stimolato soprattutto da TikTok, Reels di Instagram e Koji. I brand avranno la grande occasione di ispirare i propri follower a riprodurre i propri contenuti a modo loro, generando un altissimo coinvolgimento sui social. Segui tutti i Social Media Trends e rimani aggiornato con la newsletter qui sotto

      Iscriviti per essere aggiornato sulle novità

      Blog

      Come migliorare la visibilità sul web

      Come migliorare la visibilità sul web

      Oggi avere un sito web non basta. E’ necessario che sia visibile dai principali motori di ricerca, in particolare è essere nelle prime posizioni di Google. Per questo motivo il posizionamento naturale sul web è imprescindibile, ed è anche quello che porta maggiori...

      Nuovo algoritmo di google Page Experience per la Seo da maggio 2021

      Nuovo algoritmo di google Page Experience per la Seo da maggio 2021

      Ecco il nuovo algoritmo google, in arrivo a maggio 2021: le nostre attività Seo ti aiutano ad aumentare la visibilità sul web, migliorare il posizionamento su google e quindi aumentare contatti, clienti e vendite. Chiama ora !Nuovo algoritmo di google Page Experience...

      Architettura di un sito web e di Internet: approfondimento tecnico

      Architettura di un sito web e di Internet: approfondimento tecnico

      Architettura sito web e di Internet: approfondimento tecnico     1. Tecnologie di Sviluppo per il Web, architettura sito web e di Internet: approfondimento tecnico   Introduzione Architettura Client-Server Architettura a Due Livelli Architettura a Tre...

      Vuoi maggiori informazioni ? Contattaci

      Siamo a tua disposizione per chiarire qualsiasi dubbio o chiarimento di cui potresti aver bisogno. Non perdere questa opportunità

      error: I contenuti sono protetti !!
      Iscriviti alla Newsletter

      Iscriviti alla Newsletter

      Iscrivendoti rimani aggiornato sulle ultime novità e accetti le norme Gdpr

      Ti sei iscritto con successo !